E-commerce in Italia: come cresce e perché aprirlo

da | Dic 9, 2020 | News | 0 commenti

Secondo le rilevazioni di Forbes, solo nel mese di marzo 2020 il 75% degli acquirenti da siti di e-commerce non lo aveva mai fatto prima.

Da allora il settore non ha più arrestato la sua crescita. E anche in Italia l’e-commerce non si arresta.

Quante volte hai desiderato un ampliamento del tuo business?

Quante volte hai sognato che il tuo prodotto raggiungesse quante più persone possibili?

Ti faccio una domanda: se dovessi chiederti di dirmi in pochi secondi un brand di abbigliamento famoso ed economico cosa mi risponderesti? Con molta probabilità Zara!

E sai perché? Perché la genialità del fondatore è stata quella di puntare sulla notorietà del Brand facendo in modo che i prodotti raggiungessero quanti più clienti possibile.

Ti starai chiedendo ora come abbia fatto, qual è la sua strategia, ma prova a pensarci!

Quante volte ti è capitato di dover acquistare da un qualunque e-commerce qualcosa che magari avresti anche potuto acquistare in un negozio nei pressi di casa tua?

Ecco la strumento in questione che affronteremo in questo articolo è l’e-commerce

Cos’è l’e-commerce?

È la vendita online, il fare business attraverso Internet con la creazione di un sito web che diventa la vetrina, il negozio virtuale della tua attività dando la possibilità a chiunque e in qualunque parte del mondo si trovi, di acquistare i prodotti entrando in contatto con l’azienda.

Non ti piacerebbe avere la possibilità di avere una vetrina nel corso più affollato di tutto il mondo (ovvero internet).

Attraverso una piattaforma e-commerce sul tuo sito web fai proprio questo, raggiungi migliaia di persone mostrandogli i tuoi prodotti.

So che probabilmente starai pensando “ok ma perché dovrebbero proprio soffermarsi sul mio e-commerce su tutti quelli che ci sono?

Creare un e-commerce da solo non basta, bisogna creare una strategia digitale alle sue spalle per poterlo spingere verso la vetta delle ricerche di Google.

Perché (anche in Italia) l’e-commerce funziona?

Gli antichi dicevano “carta canta” e i dati parlano chiaro:

-nel 2019 si è registrato un incremento del 21% rispetto al 2018;

-nel 2020 si è registrato un incremento del 26% rispetto al 2019.

E questo dato è in costante crescita.

Perché aprire un e-commerce in Italia?

Si ma io sono un piccolo commerciante di paese non mi serve l’e-commerce”, “Tanto queste cose in Italia non funzionano” queste sono solo alcune delle obiezioni che l’imprenditore italiano fa quando sente parlare di e-commerce pensando che sia qualcosa che si riferisce esclusivamente alle grandi multinazionali.

Eppure non è così.

Oggi infatti:

  • il mercato Italiano è uno dei più conosciuti e fortemente desiderati in tutti i mercati;
  • nella situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo e che obbliga la chiusura delle attività e dei negozi fisici, impedisce gli spostamenti, l’e-commerce è lo strumento più potente che si può avere per non arrestare le vendite e continuare a fatturare.
  • è facile, accessibile a tutti e veloce: serve semplicemente aprire il Sito Web attraverso Google e acquistare attraverso un click.

Il mercato digitale oggi è terreno fertile per tutti gli imprenditori che hanno il desiderio di portare il proprio negozio sul web con un sito web istituzionale e un e-commerce per poter vendere direttamente.

Il lockdown infatti non solo ha potenziato il mercato digitale italiano, ma ha anche aumentato la consapevolezza dei consumatori per quanto riguarda gli acquisti online.

Se pensi infatti che solo nel mese di marzo 2020 7,5 persone su 10 hanno comprato online per la prima volta solo da marzo 2020, allora capisci quanto questo dato possa solo crescere.

Inoltre, da allora, la facilità d’acquisto sul web è aumentata invogliando sempre più i consumatori a preferire gli acquisti 1 clic.

E tu, eri online per intercettare parte di quel 75%?

Se non hai ancora avviato un processo di digitalizzazione della tua attività non preoccuparti, infatti in Italia, 1 partita Iva su 2:

  • Non ha un sito internet.
  • Se lo possiede, non lo aggiorna da almeno un anno.
  • Non pensa di poter vendere online.
  • Non sa a chi rivolgersi

Quindi capisci bene che c’è ancora tempo e margine per inserirsi nel mercato digitale.

Ma qual è il rischio?

Il rischio di affidarsi a qualcuno che non abbia le giuste competenze è alto, infatti in Italia ci sono molti pseudo professionisti che millantano grandi competenze in ambito digitale e di marketing ma che poi in realtà sono in grado di realizzare un sito che puoi muore lì.

Quante volte entriamo su siti non aggiornati o lenti a caricare le pagine?

Questo non va bene.

Un sito e/o un e-commerce sono lo specchio della tua azienda verso l’utente e farsi conoscere con un sito non aggiornato di certo non è un bel bigliettino da visita.

Vendere online è oggi non solo un opportunità per le aziende italiane, ma una necessità determinata dall’esigenza di non perdere in competitività, in una fase di crescita così marcata del settore.

Vuoi creare un sito web con un e-commerce di successo in grado di portare redditività reale alla tua azienda?

Scopri il nostro servizio per la creazione di un e-commerce (Plutone) o iscriviti alla nostra community Eroi della microimpresa

A presto,

Angela

Categorie